Cosa stai cercando?

Category Archives: Synbio Travel

SISTEMA MAF – Sistema Marchigiano per l’Alimentazione Funzionale

Oggi nel nostro blog dedicato al benessere vogliamo parlarvi di un progetto al quale teniamo molto, il SISTEMA MAF.

SISTEMA MAF è un nuovo MODELLO DI INTERVENTO INTEGRATO DI CURA E ASSISTENZA che risponde al bisogno delle persone vulnerabili di mantenere e, ove possibile migliorare, la qualità della vita attraverso una soluzione che propone l’introduzione di nuove abitudini alimentari e servizi di monitoraggio dei parametri vitali e dello stile di vita, il tutto nei diversi contesti, siano domiciliari o in strutture socio-sanitarie diurne nonché residenziali.

Esso intende dare una risposta concreta alle vulnerabilità della popolazione target (over 65, diabetici, persone con demenza, disabili con comorbilità, etc.) che necessitano del mantenimento della qualità di vita e che non hanno accesso a soluzioni integrate, attraverso un MODELLO INNOVATIVO di DIETA FUNZIONALE supportato da un MODELLO di INTERVENTO INTEGRATO per garantirne la corretta fruizione e accessibilità.

Alla base dell’iniziativa c’è l’esperienza del progetto PROBIOSENIOR che era rivolto a promuovere soluzioni innovative per affrontare le sfide delle comunità locali nell’ambito della salute e benessere.  In quell’occasione si era provveduto a sviluppare e sperimentare l’introduzione di nuovi alimenti funzionali probiotici e nutraceutici nel miglioramento della qualità di vita dei senior.

Il Sistema MAF si propone di andare oltre sia dal punto di vista scientifico e di ricerca, utilizzando nuovi probiotici e integratori per arricchire il paniere di alimenti funzionali, bilanciando diete personalizzate; sia dal punto di vista organizzativo e di sviluppo, prevedendo un intervento integrato di cura che monitora a 360°lo stile di vita e i parametri vitali della persona vulnerabile, coinvolgendo anche le famiglie con un ruolo attivo.

Un ulteriore elemento di avanzamento risiede nell’attivazione di HUB MAF all’interno delle strutture sociosanitarie quali snodi logistici che fungano sia da punto di distribuzione degli alimenti che sportello di alimentazione funzionale e riferimento per le famiglie ed il territorio.

 

Seguici nei nostri canali social:

Facebook & Instagram

e sul sito www.synbiotec.com

Probiotici, microbiota intestinale e Covid-19

E’ ormai noto il ruolo dei probiotici, batteri vivi, nella modulazione del microbiota intestinale del sistema immunitario e nella prevenzione delle infezioni.
La composizione del microbiota intestinale può influenzare la severità del COVID-19 ed anche il modo con cui il sistema immunitario risponde all’infezione.
Da quanto emerge, quindi,  da una review del Policlinico “A. Gemelli” di Roma, il MICROBIOTA potrebbe rappresentare una nuova incredibile opzione terapeutica o, almeno, una scelta terapeutica adiuvante per mitigare la malattia da SARS-CoV-2.
L’ipotesi è che una dieta alimentare corretta ed una giusta integrazione con Prebiotici e Probiotici sia in grado di riequilibrare la  composizione dei batteri intestinali e limitare l’infezione da Covid-19. 

Un ruolo importante nella migrazione dell’agente virale dalle vie aeree, le più a contatto con l’esterno e quindi facilmente infettabili, a livello intestinale è probabilmente da ricondurre alla presenza di un “asse intestino-polmone”. L’interazione potrebbe essere mediata dalle rispettive popolazioni batteriche locali che spiegherebbe anche la diversa suscettibilità all’infezione tra gli individui. Considerare anche l’apparato gastrointestinale come sede di infezione e, di conseguenza, di possibile trasmissione sembra stia diventando  fondamentale nella corretta gestione dell’emergenza.

Probiotici e Prebiotici.

I probiotici vengono definiti “microrganismi vivi che, somministrati in quantità adeguate, conferiscono benefici alla salute dell’ospite”. Sono potenzialmente probiotici sia i batteri e sia i lieviti. I principali probiotici comprendono Lattobacilli, Bifidobatteri, Streptococchi, Escherichia coli, Lactococcus lactis e alcuni Enterococchi, mentre il lievito più utilizzato è il Saccharomyces boulardii (Gallo et al., 2016). Per raggiungere la mucosa intestinale vivi e vitali devono essere in grado di sopravvivere all’acidità gastrica e all’alcalinità biliare; devono poi essere capaci di aderire alla mucosa intestinale e colonizzarla per svolgere la loro azione benefica.